PRESTAZIONI

I servizi offerti dal nostro studio

Paura del dentista

E’ necessario domandarsi perché un bambino abbia tanta paura del dentista. Le cause più frequenti sono legate ad un condizionamento familiare e/o ad una brutta esperienza. Il bambino che viene in studio per la prima visita è in genere tranquillissimo a meno che genitori ansiosi o peggio ancora con fantasiose teorie personali sulle cause della carie, non li terrorizzino. Il consiglio dei pediatri e dei pedodontisti di pulire i denti di latte è giustissimo così come la prima visita deve essere effettuata a cinque anni. E’ ormai dimostrato scientificamente che i bambini sono in grado di “rivivere”, nel vero senso fisico del termine, una brutta esperienza trascorsa se qualcuno o qualcosa innesca la scintilla del ricordo (circuito stellare). Per questo è fondamentale un buon approccio col bambino.

Pulire i denti dei neonati

Dalla nascita a sei mesi: è necessario pulire la bocca del bambino gentilmente con una garza umida dopo le poppate.
Chiedere inoltre al pediatra o al dentista se ritiene opportuno un supplemento di fluoro, specie se non lo si è assunto durante la gravidanza e cercare di regolarizzare il più possibile le abitudini alimentari. Dai sei a diciotto mesi: nascono i primi denti di latte ed è consigliabile una visita di controllo.

I denti dei bambini

È bene cominciare le visite di controllo semestrali già a 4-5 anni, per valutare lo sviluppo scheletrico ed intervenire anche sui denti da latte nel caso in cui si presentassero carie, poiché occorre salvaguardare la loro integrità affinché rimanga lo spazio necessario per la crescita dei denti permanenti.

L’attenzione all’igiene, però, deve iniziare ben prima, sin dallo spuntare del primo dentino che si raccomanda ai genitori, può essere pulito con una garza. A due anni si può iniziare ad usare lo spazzolino, anche senza dentifricio, un’abitudine che a quattro anni deve diventare una pratica autonoma.

Attenzione poi all’uso del biberon: “Dopo i 15 mesi, insegnare a bere con il bicchiere”. Strategica la corretta alimentazione. “Evitare bevande zuccherate, compreso il latte nel biberon per addormentare i piccoli, e succhi di frutta, perché zuccheri e acidi creano un ambiente favorevole alla carie. Importante, inoltre, masticare cibi solidi e consistenti, per favorire pulizia e ginnastica dentale.

Il medico, nella sua attività di prevenzione sottolinea anche l’importanza dell’assunzione del fluoro, esso svolge un’azione positiva per la mineralizzazione dei denti da latte e di quelli permanenti. Pertanto l’assunzione è consigliabile fino alla permuta definitiva dei denti.

Il monitoraggio programmato in fase di crescita è importante, sia per la sigillatura dei primi molari permanenti ma anche per agire con tempestività nel caso di malocclusioni.

Gli interventi di ortodonzia sono di due tipi: intercettivi , che sono quelli che consentono di correggere precocemente le malocclusioni sulla base di studi scientifìci consolidati; quelli attivi, che permettono di curarle a 12-13 anni.

Prima visita dentistica del bambino

I genitori sono i primi responsabili della salute dei bimbi, quindi è bene che sappiano cosa fare. Anche perché se i bimbi pagano con “dolore” e “perdita funzionale ed estetica”, i genitori pagano come “perdita economica”. Non lasciamo che un bene “gratuito” come sono i denti sani vengano rovinati da errate pratiche igieniche ed alimentari.
Importantissimo è evitare che altri denti si carino, quindi:

  1. Insegnare a pulire i denti al bimbo.
  2. tassativamente vietate le tisane zuccherate e con limone es. Milupa (ammesse solo le tisane fatte con la bustina per infusione, senza zucchero e limone)
  3. evitare ciuccio con il miele o affini
  4. somministrare il fluoro (soprattutto in questi casi di forte cariorecettività)

La prima visita dal dentista deve essere fatta intorno ai quattro anni e mezzo: a questa età è infatti necessario controllare i denti decidui, verificare che l’igiene orale sia adeguata, e monitorare la crescita di tutto il complesso cranio-facciale per prevenire malocclusioni, asimmetrie o abitudini viziate.
Il ruolo della prevenzione deve essere delegato a più soggetti, primi fra tutti i pediatri di base, a cui è affidato il compito di diffondere un’adeguata educazione all’igiene orale, attraverso l’uso corretto di dentifricio e spazzolino, una sana alimentazione e controlli periodici dal dentista. Anche la popolazione adulta deve impegnarsi nella promozione di ogni pratica preventiva, per stare bene e per dare il buon esempio ai più piccoli.

Carie e bambini

Purtroppo la carie non risparmia nessuno, neanche i bambini piuttosto piccoli. Fate controllare la bocca dei bambini dal vostro dentista. Spesso capita che una parte dei molari da latte si cariano (nel punto di contatto fra un dente e l’altro) e il cibo va a comprimere la gengiva creando un dolore violento e continuo, tutta la parte viene traumatizzata dalla continua masticazione. In questi casi il dentista potrà ricostruire i margini cariati dei denti da latte, ripristinando la masticazione. Naturalmente tenendo sempre sotto osservazione questi dentini ricostruiti perchè sono molto fragili. Voglio metterti a conoscenza che i denti da latte vanno curati come i denti definitivi,i n quanto sono fondamentali per una crescita ordinata dei denti permanenti.

La carie ha origine da alcuni batteri che si trovano nella placca. I molari hanno sulla superficie dei solchi che possomo essere più o meno profondi (dipende dall’anatomia individuale) che diventano recessi per l’accumulo di residui alimentari e placca.
Per questo è importante lavare i denti con cura dopo ogni pasto, quando il ph diventa più acido e favorisce lo sviluppo della lesione.
Ci sono poi soggetti che sviluppano con più facilità la carie in dipendenza di una saliva più acida o di uno smalto più debole.
In ogni caso Spazzolino e dentifricio rimangono la prevenzione migliore.
se la carie dà dolore non aspettare a farla curare. Il rischio è che col tempo il dente diventi da devitalizzare.

Prevenire è molto meglio che curare, quindi è opportuno far passare una visita odontoiatrica ai vostri figli e se è il caso (lo valuterà il dentista) eseguire delle sigillature ai sesti.

Per info e appuntamenti

Contattaci